Diritto penale fallimentare

Lo studio legale Felice, forte di una lunga e comprovata esperienza nell’ambito del diritto del lavoro, offre una consulenza per tutti reati che possono dare luogo a imputazioni ai carico della società e dei suoi dirigenti.

La materia, infatti, richiede la padronanza di competenze multidisciplinari al fine di affrontare sia le procedura in ordine alle procedure ispettive sia le conseguenze penali. E’, altresì, necessario valutare e regolare anche i risvolti civilistici in termini di risarcimento del danno da transare mediante scritture private in sede civilistica o amministrava o in sede sindacale.

Lo studio offre, altresì, assistenza alle imprese per la responsabilità penale derivante dalle violazione delle norme di cui al D.Lgs. n. 81/2008 in ordine alla sicurezza e salute sul lavoro, unitamente ai reati (artt. 589 e 590 c.p.).

Sul punto la difesa deve tendere a delimitare l’ individuazione delle reali responsabilità da ascrivere ai soggetti “garanti” distinguendo: il datore di lavoro, dirigente, preposto, responsabile del servizio di prevenzione e protezione o altre figure.

Un’adeguata linea difensiva dovrà tendere a dimostrare l’assenza di responsabilità in capo alla specifica figura all’interno dell’organigramma aziendale in riferimento all’area del rischio governata dal soggetto, oltre ad affrontare evidentemente la condotta e il nesso di causalità con l’evento di danno.

Ulteriori approfondimenti su Diritto penale fallimentare nel nostro Blog

Scopri i reati per bancarotta

Valutiamo il tuo caso!

Lo studio vanta una esperienza di trattazione di svariati casi in tema di fattispecie di reato per bancarotta fraudolenta patrimoniale o documentale (art. 216 R. D. 16 marzo 1942 n. 267), bancarotta semplice (art. 217 R. D. 16 marzo 1942 n. 267) e per bancarotta cosiddetta impropria (art. 223 R. D. 16 marzo 1942 n. 267) riferita a quei fatti di reato posti in essere dagli amministratori, dall’institore dell’imprenditore fallito, direttori generali, sindaci e liquidatori di società. Al fine di affrontare un processo per bancarotta occorre ripercorrere tutte le vicende del fallimento dell’azienda ricostruendo dettagliatamente i passaggi societari.

L’indagine sui reati fallimentari in genere trae origine dalla relazione ex art. 33 (R.D. 16 marzo 1942 n. 267) che il curatore fallimentare trasmette al Giudice delegato della procedura concorsuale ed alla Procura della Repubblica territorialmente competente.

La valutazione da compiere è contrastare la ricostruzione del curatore fallimentare circa le cause del dissesto finanziario che hanno determinato lo stato di insolvenza dell’impresa.

Così da tentare di escludere la penale responsabilità o quanto meno la natura fraudolenta della condotta al fine di ottenere la riqualificazione del delitto di bancarotta fraudolenta (o di altro reato fallimentare) in fattispecie più lievi.

Avvocato a Milano

PERCHE’ SCEGLIERCI

Avvocato Milano: Al primo contatto in studio verrà valutato il caso specifico e verrà fornito un parere nonché se vi sono i presupposti per la presentazione del patrocinio a spese dello Stato In ogni caso lo studio si riserva di accettare l’incarico liberamente. In alternativa, verrà fornito un preventivo per la pratica.

Studio legale Avv. Walter Felice
Patrocinante in Cassazione
Ordine avvocati di Milano

 

Per maggiori informazioni su Avvocato Milano compila il form


    Leggi la nostra privacy policy per maggiori informazioni su come trattiamo i tuoi dati personali.