Servizi e Aree Tematiche  dello Studio

Perché sceglierci?

Al primo contatto verrà valutato il caso e verrà fornito un parere se vi è la possibilità di richiesta spese a carico della controparte nel caso di pratiche di diritto del lavoro oppure se vi sono i presupposti per il patrocinio a spese dello stato. In alternativa, verrà fornito un preventivo per la pratica.

Avvocato Milano Walter Felice è in grado di soddisfare le Vostre esigenze.

TUTTI I SETTORI IN CUI OPERIAMO

e i  Servizi Legali che il nostro studio  è in grado di offrire

i servizi di punta per specifiche Aree Tematiche

LE NOSTRE PROFESSIONALITA’ & LE NOSTRE COMPETENZE ci consentono di offrire Servizi a 360°

Servizi Legali

Principali Specializzazioni dei Servizi e Aree Tematiche

Impugnazione licenziamenti e mobbing

L’avv. Walter Felice ha maturato una esperienza diretta in azienda di grandi dimensioni per 6 anni prima di dedicarsi alla libera professione. Ciò gli ha permesso di acquisire conoscenza diretta delle dinamiche aziendali all’interno della stessa sotto ogni profilo.

Lo studio si occupa delle impugnazioni per giustificato motivo soggettivo, giustificato motivo oggettivo, giusta causa.

Lirrogazione di un licenziamento richiede una attenta valutazione della specifica posizione tale da addivenire alla giusta ponderazione con il datore di lavoro ed al fine di valutare con il cliente la strategia più appropriata e fattiva in termini di conciliazione con l’azienda oppure, se necessaria, di azione giudiziale.

Lo studio si occupa, inoltre, di vertenze per mobbing sia sotto il profilo civile che sotto il profilo penale.

Patrocinio a spese dello Stato

Se pendente un processo penale oppure se si debba azionare o resistere in una vertenza civile o di lavoro il cliente può avvalersi del patrocinio a spese dello stato se sussistenti i presupposti di legge.

Nello specifico in ambito penale:

Al fine di essere rappresentata in giudizio nell’ambito di un procedimento penale (o penale militare), sia per agire che per difendersi, la persona non abbiente può richiedere la nomina di un avvocato e la sua assistenza a spese dello Stato, purché le sue pretese non risultino manifestamente infondate.

Per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato in ambito penale è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a € 11.493,82 (d.m. 16 gennaio 2018 in GU n. 49 del 28 febbraio 2018) e successive modifiche.

Se l’interessato convive con il coniuge o altri familiari, il reddito, ai fini della concessione del beneficio, è costituito dalla somma dei redditi di tutti i componenti la famiglia. Solo nell’ambito penale il limite di reddito è elevato di euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.
Si tiene conto del solo reddito personale quando sono oggetto della causa diritti della personalità, ovvero nei processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo familiare con lui conviventi.

In ambito civile:

Al fine di essere rappresentata in giudizio, sia per agire che per difendersi, la persona non abbiente può richiedere la nomina di un avvocato e la sua assistenza a spese dello Stato, purché le sue pretese non risultino manifestamente infondate. L’istituto del patrocinio a spese dello Stato vale nell’ambito di un processo civile ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni consensuali, divorzi congiunti, ecc.).

Per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a € 11.493,82 (d.m. 16 gennaio 2018 in GU n. 49 del 28 febbraio 2018). Se l’interessato convive con il coniuge, l’unito civilmente o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l’istante.
Eccezione: si tiene conto del solo reddito personale quando sono oggetto della causa diritti della personalità, ovvero nei processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo familiare con lui conviventi.

Reati criminalità organizzata

Lo studio vanta una esperienza di trattazione di casi della fattispecie di cui all’art. 416 c.p. rispetto a reati tributati, per spaccio, caporalato.

La materia richiede una attenta valutazione della specifica posizione ricoperta vale a dire se promotori, costitutori, organizzatori, partecipi o capi.

Si configura il delitto di associazione a delinquere con la necessaria predisposizione di un’organizzazione strutturale, sia pure minima, di uomini e mezzi, funzionale alla realizzazione di una serie indeterminata di delitti, nella consapevolezza, da parte dei singoli associati, di far pare di un sodalizio durevole e di essere disponibili ad operare per l’attuazione del programma criminoso.

Recupero crediti

Lo studio vanta una lunga esperienza nelle pratiche di recupero credito sia nella fase stragiudiziale sia a mezzo decreto ingiuntivo e procedura esecutiva.

Prima di iniziare la procedura di recupero credito, lo studio analizza con il cliente l’effettiva solvenza del debitore al fine di valutare una strategia fattiva e realistica di effettivo buon esito.